IT / EN

La Farmacia Omeopatica con i migliori prezzi online

numero verde

Depurazione dell’organismo per l’estate, siamo ancora in tempo!

I ritmi serrati del lavoro (magari anche un po’ di pigrizia) non vi hanno ancora permesso di “mettervi sotto” nella depurazione dell’organismo in modo adeguato in vista della pausa estiva? Certo, siete un po’ in ritardo… Ma niente paura, perché non tutto è perduto! Siete ancora in tempo per combattere il senso di pesantezza, la presenza di una patina grigia sulla pelle, cattivo umore e digestione rallentata, sintomi tipici che ci si porta dietro dai mesi precedenti (a causa delle tossine che hanno “attaccato” il nostro organismo). Ecco, allora, qualche consiglio per depurarlo al meglio e per riacquistare la forma fisica.

Depurazione dell’organismo, miti da sfatare.

Per prima cosa è bene sfatare subito qualche mito. Le tossine non sono mostriciattoli verdi, che si attaccano al nostro giro vita e ingrossano i nostri fianchi, ma sono delle scorie che si formano in modo fisiologico (ad eccezione di quelle indotte da smog e fumo, chiamate “esogene”). Queste sostanze di scarto possono, tuttavia, essere parzialmente smaltite, aiutando gli organi coinvolti: intestino, reni e fegato. Seguire i principi base di una vita sana è l'unico modo per tenere costantemente sotto controllo le tossine: niente fumo, bere tanta acqua, seguire una dieta equilibrata, non abusare di alcolici e medicine e fare attività fisica. 

Tuttavia, seguire un breve trattamento detossificante, basato su un'alimentazione più sana, è, comunque, una buona abitudine, perché svolge il meraviglioso effetto secondario di spingerci a stare meglio. Per quanto riguarda massaggi e stimolazioni con oli particolari, offerti in Spa e Centri di bellezza, vale lo stesso discorso: portano un benessere generale a muscoli e circolazione, quindi, perché non approfittarne? Le diete liquide, a base di soli beveroni, andrebbero invece evitate, o meglio affrontate solo con la supervisione di un medico. 

Come “disintossicarsi” per sentirsi subito meglio?

Per combattere pelle spenta, stanchezza e gonfiore bisogna agire sui veri “nemici”, quelli da cui bisogna davvero disintossicarsi: stress, vita sedentaria e alimentazione sbagliata! Ma allora, da dove iniziare? 

Un mini regime alimentare depurante, da seguire al massimo una volta al mese per 3 giorni, è un'ottima mossa per sgonfiarsi e depurarsi (ma, se avete problemi di qualsiasi tipo, consultate sempre un dietologo). Per qualche giorno abolire tassativamente carni rosse, alcolici, sale e cibi salati, e fare il pieno di “cibi amici”, che aiutano il fegato a funzionare meglio, come miele integrale, malto (al posto dello zucchero raffinato), carciofi, asparagi, cicoria e succo di limone fresco.

Quando si torna all’alimentazione normale, bisogna cercare di privilegiare pesce e carni bianche, spezie al posto del sale, verdura e frutta fresca. 

Anche alcuni integratori aiutano con la loro azione depurativa.

Per quanto riguarda gli integratori, che ci possono aiutare in questo progetto, prima di andare a letto la sera potrebbe essere utile bere una tisana a base di tarassaco, carciofo e bardana oppure utilizzare la Tintura Madre di CYTAFU (un mix composto da carciofo, tarassaco e fumaria). La posologia standard è 1 goccia per kg di peso corporeo in abbondante acqua al mattino. 

In commercio sono disponibili numerose formulazioni composte, che si possono trovare prevalentemente in forma liquida. Le piante, che solitamente si trovano in questi preparati, sono betulla, carciofo, tarassaco, estratti standardizzati di cardo mariano, bardana (che è molto utile per depurare pelle ed intestino), ortica e aloe. La forma farmaceutica liquida è da preferire a quella in compresse o capsule, perché rende il composto più efficace, anche se il sapore non è proprio dei migliori. 

Vorrei ricordare anche un'importante pianta della tradizione ayurvedica, che non è molto conosciuta: il PHYLLANTHUS AMARUS o NIERURI. Questo particolare estratto è un ottimo rigenerante della cellula epatica e svolge una spiccata attività depurativa e disintossicante. 

L’omeopatia è un ottimo alleato per disintossicarsi.

La medicina omeopatica può essere utilizzata per effettuare una buona depurazione, anzi, per la sua non aggressività, è da privilegiare nella scelta terapeutica. 

Il più importante rimedio da considerare è NUX VOMICA 5CH, che può essere utilizzato anche in occasione di abbondanti abbuffate in maniera preventiva, mentre, se lo vogliamo utilizzare come depurativo, è necessario alzare la sua diluizione ed utilizzare una NUX VOMICA 30CH. 

Si può associare a NUX VOMICA anche un altro rimedio: ANTIMONIUM CRUDUM 5CH. Questo secondo rimedio è utilizzabile proprio in questi casi, dove abbiamo abusato nell’assunzione di cibo. 

Anche i fermenti lattici e i complessi enzimatici aiutano molto.

Non dimentichiamo l’importanza di un ciclo di fermenti lattici probiotici per favorire la pulizia e il ripristino delle funzionalità intestinali. Dopo gli eccessi alimentari è più facile soffrire di stipsi o gonfiore, è perciò fondamentale aiutare la flora batterica con un buon fermento lattico probiotico. 

Ci può rimettere in sesto anche un complesso enzimatico per aiutare il lavoro del pancreas. Quando parliamo di complessi enzimatici non dobbiamo pensare solo ai benefici che ne trae il processo digestivo, ma va valutato il benessere che diamo ad un organo importante come il pancreas che per tutto l’anno sostiene eccessi alimentari e l’importante funzione della produzione di insulina (ormone fondamentale per regolare la glicemia).

Gli enzimi digestivi sono sostanze sintetizzate da stomaco, fegato e pancreas che intervengono nella fase centrale della digestione, sciogliendo i grossi frammenti di cibo in molecole più piccole e bruciando il grasso che appesantisce il girovita. Uno degli enzimi più conosciuti è la BROMELINA, contenuta nel frutto e nel gambo d’ananas, che facilita la digestione di proteine e risolve gli accumuli addominali che si trasformano nella ben nota “cellulite”.

In commercio è possibile trovare integratori a base di maltodestrine fermentate che forniscono all’organismo enzimi utili per una corretta assimilazione di fibre, carboidrati, proteine e grassi. Questi integratori vanno assunti dopo i pasti e ci permettono di digerire meglio senza eccessivo gonfiore addominale e la conseguente sonnolenza.

 

FullSizeRender

Dott.ssa Serena Schiavo

← Tutte le news